Webists from the "Webism Group of Worldwide Artists" meet eye to eye

Home of the Visit worldwide Webists...Visit worldwide Webists...Visit worldwide Webists...worldwide Webists

WEBISM International Climate Change Show at Kornhaus Kempten, organized/curated by I. Kamerbeek

1/22/2010

VIP WEBISM member Vittorio Pavoncello, Theater Director at Rome, Italy


Vittorio's website

-------------------------------------

LATEST NEWS FROM VITTORIO:

Ambasciata

d’Israele


Giorno della Memoria 2010

La memoria degli altri


con il patrocinio
Parlamento Europeo - Ambasciata della Repubblica d'Ungheria

Ambasciata della Repubblica Federale di Germania - Ministero degli Affari Esteri – Ministero per i Beni e le attività culturali - Regione Lazio - Provincia di Roma – Comune di Roma - Unione Comunità Ebraiche Italiane Fondazione Museo della Shoah

RAI Segretariato Sociale – CeRse Università Tor Vergata

e

con il sostegno

Ambasciata d’Israele

Fondazione Museo della Shoah



la Shoah e l'Yishuv

Israele, La Shoah, l’Europa



a Roma

Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi 26 - 27 gennaio 2010

Teatr'Arteria - l'edificio scenico 31 gennaio 2010



un’idea di Vittorio Pavoncello

La memoria degli altri è oggi alla sua quarta edizione. Negli anni precedenti ha ricordato lo sterminio condotto dallo stato razziale nazista contro quei soggetti che, meno noti rispetto agli ebrei, condivisero la medesima sorte, al fine di contribuire a un lavoro di costruzione della memoria il più possibile articolato e capace di confrontarsi con la complessità della storia.
Quest’anno La memoria degli altri ha scelto come campo di indagine “la Shoah, l’Yishuv, l’Europa” e si propone con ciò di indagare quali siano stati i rapporti fra l’Europa della Shoà (sia quella degli Stati sia quella delle comunità ebraiche) e l’allora nascente Stato d’Israele, chiamato Yishuv.
Come nelle precedenti edizioni de La memoria degli altri vogliamo fornire, attraverso l’arte e la cultura, più piani di riflessione sul passato, anche in considerazione del fatto che il passaggio dall’Yishuv allo stato d’Israele è ancora gravido di luttuose conseguenze e di relazioni controverse con la Shoah.


sponsor




26 GENNAIO 2010

Auditorium ICBSA,

Via Michelangelo Caetani 32



Tavola rotonda



La Shoah, l’Yishuv, le memorie



ore 10.00 Saluti istituzionali

ore 10.45 CeRse Tor Vergata Presentazione bando III edizione Premio di Drammaturgia Teatro e Shoah

ore 11.00 Tavola rotonda
La Shoah, l’Yishuv, le memorie
coordina Anna Foa (Università La Sapienza, Roma)

Interventi di: Daniel Blatman (Hebrew University, Jerusalem), Alon Confino (Virginia University), Michele Battini (Università di Pisa, direttore del CISE), Marina Beer (Università La Sapienza, Roma).

ore 20:30 Auditorium Sala Casella - via Flaminia 118

Wing - Le ali del cuore ebraico - concerto di Valeria Fubini (soprano) accompagnat al pianoforte da Sonia Mazar


27 GENNAIO 2010

Auditorium ICBSA, Via Michelangelo Caetani 32



ore 10.00 Il sionismo e le sue anime - Letture di testi con commento

a cura di Anna Foa
con Simona Mastroianni, Marco Belocchi

testi di: Moses Hess, Leo Pinsker, Theodor Herzl, Achad Ha'Am, Eliezer Ben Jehuda, Martin Buber, Gershom Scholem, Wladimir Jabotinsky, Enzo Sereni, Yigal Yadin.


ore 11.30 - incontro con la scrittrice Nava Semel letture in ebraico sottotitolate:

And the Rat Laughs

Fonda

e incontro con il pubblico

Nava Semel è nata a Tel Aviv nel 1954 e ha conseguito un MA in storia dell'arte. Ha lavorato a lungo per la televisione e per la radio, e nel suo paese è nota non solo come romanziera per adulti e ragazzi, ma anche come poetessa e autrice di teatro.
Vincitrice di numerosi premi letterari, tra cui l'American National Jewish Book Award for Children `s Literature (1990), il Women Writers del Premio Mediterraneo (1996), il Primo Ministro` s Prize (1996), l'austriaco Best Radio Drama Award (1996), il Premio per Rosenblum Stage Art (2005) e Tel Aviv’s “Literary Woman of the Year” (2006).

La letteratura per ragazzi l'ha resa nota anche in Italia con due libri entrambi editi dalla Mondadori Lezioni di volo, 1997 e L'esclusa, 1999. Sempre per ragazzi è Il Cappello di Vetro, recentemente pubblicato da Guida Editori in cui la Semel affronta apertamente temi difficili che spesso rimangono di sfondo nei libri scritti per i giovani lettori: la difficoltà dei sopravvissuti allo sterminio nazista ad inserirsi in una società che richiede che si continui a vivere, anche a costo di rimuovere il passato, e quindi i problemi della cosiddetta “seconda generazione”, dei “figli della Shoà”.
La Semel è membro del Massua Istituto di Studi sulla Shoah, ed è nel consiglio direttivo dello Yad Vashem (il memoriale ufficiale di Israele delle vittime dell'olocausto fondato nel 1953).


ore 17.00 - TEATR’ARTERIA presenta
Nella lingua dei sogni
Carla Tatò legge poeti della shoah e israeliani

testi di: Paul Celan, Primo Levi, Lily Bret, Tadeus Borowski, Dalia Rabikovitch, Nathan Zach, Chaim Gouri, Yehida Amichai



ore 18.00 - Proiezione del film Il cielo come destino un ritratto di Enzo Sereni

con

Giacomo Rosselli, Cristina Aubry, Marco Belocchi, Nestor Saied, Simona Mastroianni, Caterina Genta, Giovanni Di Lonardo, Murizio Palladino, Arianna Lazzaro, Simone Calderoni

con la partecipazione straordinaria di Carla Tatò

Direzione fotografia Paolo Mancini

Costumi Adriana Ruvolo Schipa

Musiche Lucio Gregoretti

Regia Vittorio Pavoncello

La figura di Enzo Sereni, per molti aspetti eroica, ma anche avvolta di mistero per quanto riguarda le modalità che ne fecero concludere la vita da Eretz Israel a Dachau è mostrata in modo insolito. Il film narra di un volo, quello che Sereni compì lanciandosi con il paracadute sotto la linea gotica per organizzare la resistenza in Italia e la fuga in Israele di ebrei profughi e sopravvissuti. Nel volo vengono ripercorsi i motivi che condussero Sereni a intraprendere quella scelta, certa per lui, ma non senza conflitti per chi lo amava e stimava. Prima fra tutti la moglie Ada Ascarelli Sereni. Fra i protagonisti anche il fratello Enrico che riappare da un passato di morte per instaurare con Enzo un fraterno e amorevole duello di idee sulla vita, il sionismo, la pace e la guerra che incombe ovunque e sempre.





31 GENNAIO 2010

TEATR’ARTERIA - Vicolo Scavolino 64/A


ore 11.00 - 19.00 - Europauschwitz nell'edificio scenico di Beckett, Kounellis, Quartucci, Tatò

Nel corso della giornata: Intervista aziendale di Primo Levi e Carlo Quartucci (Radio Rai - 1968); mostra Vuoti di Memoria di Vittorio Pavoncello, Paul Celan legge Paul Celan.

ore 17.00 - Parole senza pace di Roberto Piperno



ore 18.00 - Un violino nell'aria omaggio a Chagall musica Klezmer e Yiddish di Marco Valabrega (violino)

a cura di Donatella Orecchia


Ufficio Stampa
Giovanna Nicolai - 333 6638186 giov.nicolai@tiscali.it

Martina Suozzo - 349 0758612 martina@becleartobeclever.com



Indirizzi

Isituto Centrale per i beni sonori ed audiovisivi - via Michelangelo Caetani, 32 - Roma

Teatr'Arteria - l'edificio scenico - vicolo Scavolino, 64/A - Roma

Auditorium Sala Casella - via Flaminia 118, Roma



Per informazioni:

ICBSA 06 6868364

ic-bsa@beniculturali.it



la Shoà e l’Yishuv è un progetto

ECAD ©

Ebraismo Culture Arti Drammatiche - Via del Portico d’Ottavia 13 – 00186 Roma

tel. 366 4545656- 333.3336113 fax 1786031011 www.ecad.name ecad@live.it

P.I. 10116311001





www.vittoriopavoncello.net

http://vittoriopavoncello.leonardo.it/blog

vittoriopavoncello@alice.it

1 comment:

Ann Tracy said...

Welcome.... I'm also a theatre director and writer as well as a visual artist... maybe one day we can collaborate on something!

Blog Archive